Emiliano Pintori

Emiliano Pintori

Popular Music Jazz

Dipartimento

CODC/04 Composizione Jazz

Insegnamenti 

  • Triennio – Analisi delle forme compositive e performative del Jazz I 
  • Triennio – Analisi delle forme compositive e performative del Jazz II
  • Triennio – Sotria del Jazz I
  • Triennio – Storia del Jazz II
  • Triennio – Storia della popular Music I
  • Triennio – Storia della popular Music II

 

  • Biennio –  Analisi delle forme compositive e performative del Jazz I 
  • Biennio – Storia della popular Music I 
  • Biennio – Storia della popular music II
  • Biennio- Storia delle musiche afroamericane

 

Emiliano Pintori (Bologna 1979)
Studi: Laurea in Scienze della Comunicazione v.o. (2005) Alma Mater Studiorum, Università
di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia
Diploma accademico di II Livello in Musica Jazz (2010) Conservatorio di musica G.B.Martini
di Bologna
Workshop: Siena Jazz (1999) Barry Harris (2000, 2006, 2007) George Cabels, Harold
Mabern, Aaron Parks.
Molto richiesto come sideman, sia in veste di pianista che di organista hammond, svolge da
più di vent’anni un’intensa attività concertistica in Festival e Club in tutta Italia e in molti
paesi europei, avendo modo di collaborare con, tra gli altri, Steve Grossman, Tom
Kirkpatrick, Enrico Rava, Roberto Gatto, Joe Magnarelli, Jim Rotondi, Fabio Morgera, Piero
Odorici, Carlo Atti, Fabrizio Bosso, John Webber, Jim Snidero, Joe Farnsworth, Jesse Davis,
Gianni Cazzola, Julian Siegel, Zeno De Rossi, Dida Pelled, Flavio Boltro, Owen Hart Jr.,
Barend Middelhoff.
Dal 2014 inizia la sua attività di ricerca e divulgazione della musica afroamericana
collaborando con il Museo e biblioteca internazionale della musica di Bologna per la serie di
conferenze e lezioni-concerto “Jazz Insights” (Bologna Jazz Festival 2014, 2015, 2016, 2017,
2018, 2019, 2021). Nel 2015 organizza le conferenze jazz per il jazz festival di Vignola
(Vignola Jazz In’it 2015).
Dal 2019, insieme a Guglielmo Pagnozzi, dà vita ad ABC Jazz, ciclo di lezioni-concerto di
approfondimento sulla storia del jazz e dei suoi protagonisti presso il Teatro dell’ABC di
Bologna, tutt’ora attiva.
Collabora con l’associazione Jazz Network a Pazzi di Jazz (2019, 2020, 2021, 2022) progetto
didattico con Francesco Martinelli ed Enrico Rava (e Barbara Casini nel 2021).
Nel 2012 esce il suo primo lavoro discografico, Contiguity, a fianco di Marco Bovi e Andrea
Nunzi per l’etichetta indipendente Lhobo Music, accolto con favore dalla critica e disco della
settimana durante la trasmissione Farheneit di Radio Tre Rai.
Come compositore e produttore è stato autore di gran parte delle musiche dei lavori
dell’artista Paolo Chiasera, esposti in alcuni dei principali siti per l’arte contemporanea (Rejna
Sofia Museum, Madrid; Marta Museum, Herford; Smit Stewart Gallery, NYC; Smak
Museum, Gent; Moka Museum, Shangai; Columbia’s University, New York; W139,
Amsterdam).
Attualmente è docente di storia del jazz, storia della popular music, analisi delle forme
compositive e performative del jazz e storia della musica afro-americana presso il
Conservatorio F.A.Bonporti di Trento e pianoforte jazz presso i corsi propedeutici del
Conservatorio di Musica G.B. Martini di Bologna.

mail

X