“La Forma a partire da Beethoven”

Conservatorio e Università di Trento
INTERPRETAZIONE.RETI DI RELAZIONI GENERATE DA UN’OPERA D’ARTE.30 – 31 Gennaio 2018
CONTENUTI E FINALITA’


Nella più ampia libertà di espressione e di ricerca i docenti convenuti si confrontano su problematiche analitiche e formali, ma più in generale inerenti alla questione del comprendere e della performance pubblica; il discorso verrà esteso alle intersezioni tra letteratura, linguistica e musica e alle reciproche suggestioni; ai presupposti cultuali e religiosi dell’atto interpretativo nonché ai rapporti tra rivoluzione e interpretazione, considerando ciascun filone come trasponibile ai più svariati campi dell’esistenza e della speculazione filosofica; si passerà alla valenza storica, mimetica, ermeneutica, creativa e autoconoscitiva dell’atto interpretativo; si considererà il legame tra forme ipermoderne di espressione artistica ed eredità formali del passato, nella convinzione che l’interprete a tutto tondo sia figura prismatica, anello di congiunzione e fonte di attualizzazione di mondi criticamente vagliati, inseriti in un divenire che riguarda tutti.Pure notevole il coinvolgimento, che si auspica sempre più ampio e strutturato, di giovani aperti a un futuro segnato di grande motivazione umana, in una viva concezione della cultura che incida sulle esistenze e accetti, anzi propizi, la contaminazione reciproca.L’evento si avvarrà del prestigioso apporto di esecuzioni pianistiche da parte di Docenti del Conservatorio e di eccellenti giovani professionisti che il Conservatorio ha espresso, in modo da favorire, anche qui, il confronto tra generazioni e la viva condivisione d’esperienza.Il tutto culminerà nella pubblicazione degli Atti, in una visione a lungo termine del progetto di ricerca, destinato ad approfondirsi negli anni.

Locandina

Pieghevole

X